Come volontari del gattile di Rho esprimiamo tutto il nostro dolore per quanto accaduto nella notte tra il 26 e 27 settembre. Questa tragedia ci ha lasciato un vuoto dentro che difficilmente riusciremo a colmare. Un incendio ha distrutto il rifugio situato in fondo alla via Turati: la struttura ospitava circa un centinaio di gatti, 8 di essi erano custoditi in gabbie poiché sotto terapia o non avendo completato il ciclo vaccinale, altri erano liberi nei reparti loro dedicati, altri ancora potevano liberamente entrare e uscire dal rifugio. I 6 cani presenti erano custoditi nell'area a loro destinata. L'incendio è divampato attorno alle 3 del mattino, nonostante l'impianto elettrico a norma e dotato di salvavita; le cause dell'incidente sono in fase di accertamento, il cortocircuito è al momento la spiegazione più plausibile. I cani sono tutti stati messi tutti in salvo e abbiamo trovato loro una sistemazione. La maggior parte dei gatti invece è purtroppo deceduta. I 7 gatti recuperati durante e dopo lo spegnimento delle fiamme da parte dei vigili del fuoco sono al momento ricoverati presso la clinica veterinaria Anubis di Pogliano e le loro condizioni sono in via di miglioramento. Non sappiamo ancora quanti gatti siano riusciti ad allontanarsi in tempo dalla struttura, si stanno avvicinando un po’ alla volta e per il momento ne abbiamo identificati una decina. Stiamo monitorando a turno la zona per censire i superstiti. Abbiamo lanciato un appello per raccogliere tutti gli aiuti necessari a rispondere all'emergenza, la solidarietà è stata altissima e non ringrazieremo mai abbastanza tutti coloro che così velocemente hanno risposto alla nostra richiesta di aiuto. Per il momento abbiamo raccolto cibo, coperte e materiali sufficienti per molti mesi, ora abbiamo bisogno di fondi per la ricostruzione. Chiediamo a chiunque voglia continuare ad aiutarci e sostenerci, di farlo con una piccola donazione, oppure di rendersi disponibile offrendo materiali per la ricostruzione e la manodopera: appena sarà possibile, ripartiremo e Rho avrà di nuovo il suo gattile.